Il trasferimento delle risorse del FSC - Il trasferimento delle risorse del FSC - Città Metropolitana di Cagliari

Aggregatore Risorse

Il trasferimento delle risorse del FSC

Il trasferimento delle risorse del FSC

IL TRASFERIMENTO DELLE RISORSE DEL FONDO SOCIALE DI COESIONE


Le Delibere CIPE n. 25/e 26/2016 dettano le regole di funzionamento e di utilizzo delle risorse FSC.
Il Ministro per la Coesione economica, cui è attribuita la gestione del Fondo, con la Circolare n.1/2017 ha dettato le linee guida per la Governance, le riprogrammazioni,revoche e in generale il monitoraggio sull'uso delle risorse.

Tali atti sono disponibili nella sezione documenti

In particolare, i trasferimenti delle risorse vengono effettuati, mediante anticipazioni, pagamenti intermedi e saldi, articolati come segue:

- anticipazione: fino al 10% dell’importo assegnato per i singoli interventi. Ad essa si accede, previa richiesta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le politiche di coesione formulata dalla Città Metropolitana, allorquando gli interventi siano stati caricati nella Banca Dati Unitaria (BDU), gestita dal MEF – RGS– IGRUE. L’anticipazione può essere richiesta in più soluzioni, in relazione ai tempi diversi di alimentazione della BDU e/o alla disciplina sul rispetto del patto di stabilità interno del comparto di appartenenza dell’Amministrazione richiedente;

- successivi pagamenti intermedi: fino al 85% dell’importo assegnato a ciascun intervento, a titolo di rimborso delle spese effettivamente sostenute dalle Amministrazioni, evidenziate in apposita domanda di pagamento. Il primo pagamento successivo all’anticipazione si può richiedere qualora il costo realizzato sia almeno pari al 5 % dell’importo assegnato ai singoli interventi presenti nella BDU di ciascun Patto; i pagamenti successivi, allorquando si realizza un ulteriore costo anch’esso pari al 5% dell’importo complessivo assegnato ai singoli interventi;

- saldo del 5% per ciascun intervento, a seguito di domanda finale di pagamento corredata da attestato di chiusura dell’intervento, cui la richiesta si riferisce, e verificata dall’Agenzia di Coesione Territoriale con esito conforme alle attestazioni rese.

Adempimento propedeutico al trasferimento è, tuttavia, la stipula dell'accordo di collaborazione che regola i rapporti tra Città metropolitana e singoli Comuni , ad oggi sottoscritto da 10 comuni su 17 (Assemini, Cagliari, Decimomannu, Monserrato, Maracalagonis, Uta, Villa San Pietro, Pula, Elmas e Settimo S.Pietro).

La Convenzione regola il trasferimento delle risorse dall'Autorità di Gestione (Città metropolitana) ai singoli (beneficiari intermedi) e impegna gli enti locali al rispetto delle regole di gestione e monitoraggio del Fondo di Sociale e Coesione.