Il modello organizzativo - Il modello organizzativo - Città Metropolitana di Cagliari

Aggregatore Risorse

Il modello organizzativo

Il modello organizzativo

Per garantire la piena realizzazione degli obiettivi perseguiti dal Patto per lo sviluppo della città metropolitana , con il decreto del sindaco metropolitano n. 28 del 1/03/2018 si è definita la struttura interna dedicata al Patto, prevedendo, oltre alle figure già previste nello strumento pattizio, nuovi centri decisionali, anche di natura collegiale. Nel rimandare al decreto sindacale per la compiuta descrizione delle competenze attribuite, viene di seguito delineata la nuova struttura organizzativa.

Ruolo centrale nell’organizzazione è attribuito al Responsabile Unico del Patto , che viene individuato, con il succitato Decreto, nel Direttore Generale dell’Ente, il dott. Matteo Muntoni.

Oltre al Comitato di indirizzo e Controllo, organo collegiale già disciplinato nel Patto, il decreto introduce:

Il comitato di attuazione del Patto, così composto: Direttore generale che lo presiede, Segretario generale, Dirigenti dei Settori coinvolti nella gestione dei singoli interventi, Dirigente del Settore finanziario.

La Rete dei referenti nominati ,per ciascuna azione, dalla Città Metropolitana ovvero dai Comuni, con la funzione di monitoraggio costante dei progetti;

Una Segreteria operativa, con la finalità di supporto al Direttore generale e ai componenti del Comitato di attuazione, composta, oltre che da dipendenti interni, dell’assistenza tecnica (vedi scheda approfondimento);

Il modello organizzativo è completato dalle seguenti figure:

Due coordinatori, nominati dal direttore generale, uno collegato alla segreteria operativa , l’altro alla rete dei referenti;

Il Segretario generale, che in quanto garante della necessaria “terzietà” rispetto agli uffici incaricati dell'attuazione e gestione degli interventi, viene incaricato di svolgere le funzioni di controllo e verifica con il supporto di apposito Gruppo di lavoro che sarà incardinato presso il suo Ufficio;

l’Organismo di certificazione, individuato nel dirigente del settore finanze e Tributi, con il compito di certificare, anche sulla base dei Controlli di I livello, la spesa realizzata per gli interventi sia della Città Metropolitana che dei Comuni e inoltrare alla competente Amministrazione centrale la richiesta di trasferimento delle risorse successive alla prima quota.

Lo stesso decreto rinvia, infine, ad un atto successivo la nomina del responsabile della comunicazione del Patto.

Con atti successivi sono stati attribuiti i ruoli sopra delineati. Viene di seguito descritta la struttura come risultante a seguito dell’attribuzione delle responsabilità

Responsabile Unico del Procedimento dott.Matteo Muntoni

Comitato di attuazione del Patto

DottMatteo Muntoni Direttore generale

Dott Paolo Maggio Segretario generale

Ing.Pierandrea Bandinu Dirigente settore edilizia e, ad interim, settore viabilità

Dott. Bruno Orru Dirigente settore pubblica Istruzione e servizi alla persona

Dott.Claudio Cabras Dirigente settore Affari

Dott.Paolo Maggio Segretario generale.

Rete dei referenti

Coordinatore rete referenti dott.ssa Carla Cherchi

Coordinatore Segreteria operativa ing. Maria Giuseppina Carta

Dott.Paolo Maggio Responsabile controllo e verifica

Dott.ssa Paola Gessa Organismo di certificazione

 

Allegati